Ciao pà

Ginosa Marina   14/04/2015

Bianche e fredde, erano oramai le tue mani,

gelida la tua fronte ,il tuo viso,

le tue labbra senza espressione,

il tuo corpo senz’anima, giace immobile,

ai tuoi piedi il cappello era situato,

questo è l’ultimo ricordo che mi hai lasciato;

ma, in me è vivo il suono della tua voce,

il suono della tua  fisarmonica,

calde sono le tue mani,

il tuo viso mi esprime la saggezza della tua età ,

e la fierezza del  tuo essere, della tua famiglia,

e soprattutto, nel mio cuore, giace in silenzio

il  tuo amore paterno.  

Ciao pà

                       

  

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *